ABOUT A GIRL

Le mie gatte si chiamano Darla e Mina, io mi chiamo Eleonora, il mio amico Roby mi chiama Lo e il mio amico Giova mi chiama Merda; entrambi mi regalano molti libri. 

Mio papà è da qualche parte nell'universo, mia mamma tiene nel borsellino foglietti d'appunti vari tra cui le istruzioni per difendersi da uno squalo mako (bisogna tirargli un pugno sul naso) anche se non sa nuotare ma io sì, perciò grazie mamma; mia sorella mi fornisce dolci appena sfornati, make up viso e corpo, ancora libri, retroscena politici; mio fratello mi obbliga all'esercizio di rischi e pericoli quali guidare su due ruote e frequentare palestre di boxe. Per fortuna sua figlia, che è anche mia nipote, è la più assennata e amorevole giovane donna che io conosca.  

    

Mi piace scrivere da quando ho imparato a scrivere ma non ho un romanzo nel cassetto. Giuro. Per la maggior parte del tempo, scrivo perché mi pagano. Per il resto, divago. 

 

Con questo blog provo a resistere. Ai sentimenti dimezzati, alla deficienza naturale. Alle mode passeggere e ai passeggeri molesti. Agli "apericena" e alla "elaborazione del lutto". Al ventre piatto e alle tisane depurative. Alle disuguaglianze tra uomini e donne, tra ricchi e poveri, tra gli stronzi che stanno in alto e i meritevoli che stanno in basso. 

© 2019 by Eleonora Marchiafava - Le penne

  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Pinterest